Corsi di formazione di persona con uno sconto del 35% + mazzo di carte Yoga GRATUITO 👉 Iscriviti ora

Sfoca le linee

“Mamma, sole!”, sgorgava mia figlia mentre scarabocchiava in un pomeriggio piovoso. Mi porse il suo pastello viola. "Vuoi che disegni un sole viola?" Risi. “Sole viola, sole viola, sole viola!!” lei ha insistito. Ovviamente non avevamo tempo da perdere! Quel giorno abbiamo disegnato un sole viola, un maiale blu, un coniglio arancione e un leone nero. Era immensamente orgogliosa della sua arte.

Disegnare è un'attività abbastanza comune per noi e mi rendo conto che ogni volta che il mio bambino mi ricorda i fondamenti della vita. Che non abbiamo bisogno di organizzare le cose in piccole scatole pulite per capire il mondo che ci circonda. 

Il cielo può essere verde, le nuvole rosa o gli alberi rossi. Spesso mi fermo dal 'correggerla' con: "Le mele sono rosse o verdi, non blu", o qualche affermazione logica del genere.

Perché nella sua mente incredibilmente creativa di 20 mesi, nulla è definito da rigidità di alcun tipo. I suoi pensieri non sono vincolati dalle catene dell'informazione, della conoscenza o dell'esperienza. Tutto è fluido... e beh, questo è il bello. 

"Penso, quindi sono", ha scritto il filosofo francese René Descartes, sottolineando che la nostra capacità di riflettere o rimuginare è ciò che convalida la nostra esistenza. Questa idea si lega magnificamente al concetto di Panchakosha (cinque guaine) nell'antica filosofia vedica, dove si crede che il corpo umano trascenda i regni fisico, mentale ed emotivo.pastedGraphic.png

Immagina Panchakosha come cinque strati nel nostro corpo. Il più esterno, il più visibile, è l'Annamaya kosha (guaina alimentare), che indica il corpo fisico che nutriamo ed esercitiamo. 

Poi arriva il Pranamaya kosha (guaina del respiro), che è il 'prana' o energia vitale che scorre attraverso di noi. Il Manomaya kosha (guaina mentale) è il luogo in cui si radicano milioni di pensieri. 

Il prossimo è il Vijnanamaya kosha (involucro dell'intelletto), che è la nostra capacità unica di costruire sulla nostra conoscenza o saggezza e discernere il mondo che ci circonda. 

E più in profondità si trova lo strato più sottile dell'essere umano: l'Anandamaya kosha (felicità o involucro spirituale). È qui che l'anima sperimenta la pura beatitudine o l'illuminazione spirituale. 

La pratica dello yoga è un mezzo per attingere a piacimento da questa sottile guaina. Gli Yogi affermano che raggiungiamo questo stato di estasi quando la nostra anima, il centro della nostra coscienza (Atman), si fonde con quella della verità universale (Brahman). Diventiamo uno. 

In questo stato meditativo, siamo in grado di guardare la vita così com'è. Non c'è idea di come dovrebbe essere. Siamo impegnati ma non influenzati dagli avvenimenti, quasi come bambini. Ed è proprio così che sono i bambini: infantili, fasci di energia e allegria senza macchia. Se osserviamo abbastanza da vicino, sapremo che ci forniscono scorci di Anandamaya kosha ogni giorno! Per loro, le possibilità sono illimitate. Le loro menti non sono ancora state addestrate a pensare secondo schemi o regole creati dall'uomo. 

Man mano che cresciamo, perdiamo gradualmente questo potere di immaginare, esplorare e sfumare i confini. Lo spirito di indagine con cui eravamo soliti osservare le cose intorno a noi scompare e rimaniamo intrappolati nelle tre guaine più esterne del corpo. Non abbiamo il tempo o l'inclinazione per andare oltre o dentro. Ed è per questo che la malattia diventa una realtà paralizzante anche per i visibilmente sani.

Sebbene sia più facile a dirsi che a farsi, coloro che fanno dello yoga e della meditazione un rituale quotidiano possono comunque essere in grado di girovagare per i livelli più alti della coscienza. 

Per gli altri, suggerirei alcune tecniche.

  • Crea qualcosa: potrebbe essere un piatto in cucina, una fantastica opera d'arte, una ceramica o anche un pensieroso scritto. Il processo di creazione mette in gioco tutte le nostre facoltà ed energie.
  • Goditi la natura – Osserva come una lumaca lentamente ma inesorabilmente si fa strada nel giardino. Lasciati stupire dai colori inimitabili di piante, fiori e alberi. Inspira e ti sentirai tutt'uno con tutto ciò che vedi intorno.
  • Trascorri del tempo con i bambini: rimarrai stupito dalle idee vivide e dalle meraviglie che salgono nelle loro piccole teste. 

E chissà, potresti anche avere voglia di disegnare con loro una scimmia rosa!

Ti piace quello che leggi qui? C'è così tanto ALTRO da esplorare e imparare Scherzando intorno allo yoga. Dai un'occhiata al nostro sito Web per i nostri corsi di formazione per insegnanti dal vivo e online, corsi di formazione RCYT di 95 ore approvati da Yoga Alliance, corsi online specializzati, musica originale, merchandising e MOLTO ALTRO!

REGISTRAZIONE GRATUITA DEL LABORATORIO:

Portare la consapevolezza in classe

Guarda a tuo piacimento!

REGISTRAZIONE GRATUITA DEL LABORATORIO:

Rilassamento e meditazione per i bambini

Guarda a tuo piacimento!