SCONTO DEL 25% SUI CORSI ONLINE

☀️ Usa il codice SUMMER25 al momento del pagamento ☀️

Lo Yoga È Amore

AMORECome si relaziona lo yoga con l'amore? Forse ci sono modi ovvi, come fare qualcosa che ami o fare qualcosa che ti fa bene. Ma il vero Yoga dell'Amore è molto più sottile e molto più profondo. Possiamo guardare al Yoga Sutra per aiutarci ad espanderci: “O meditando su qualsiasi cosa si scelga che è elevante”. (Sutra 1.39, traduzione di Reverendo Jaganath Carrera)

Questo sutra spiega tutti i modi in cui si può stabilizzare la mente. In diversi commentari, l'amore è stato menzionato come qualcosa che eleva, o su cui si desidera meditare. Poiché è una sensazione così pervasiva nel repertorio umano, è prontamente disponibile con cui impegnarci.

In primo luogo, cosa intendiamo per amore qui? L'amore può essere molte cose per molte persone. Dal momento che è impossibile dire con le parole cosa sia esattamente l'amore, diciamo che cos'è non è. L'amore non è possedere un'altra persona. L'amore non è una piccola scatola carina e ordinata di aspettative e il soddisfacimento di quelle aspettative. L'amore non è condizionato.

Nella traduzione di Charles Johnston di Yoga Sutra di Patanjali (in riferimento al Sutra 1.39), definisce l'amore come "una forma di conoscenza". Continua dicendo, “...che conosciamo veramente qualsiasi cosa o persona, diventando una cosa sola con essa, nell'amore. Quindi l'amore ha una saggezza che la mente non può rivendicare, e con questo amore cordiale, questo divenire uno con ciò che è oltre i nostri confini personali, possiamo fare un lungo passo verso la libertà.

Il cuore ha il potere di sentire e vedere nonostante ciò che la mente sta calcolando. Questo profondo conoscere, sentire o vedere ci porta al di fuori delle nostre tendenze auto-motivate. Quando amiamo, diventiamo generosi senza sforzo. Il nostro amore non ha bisogno di essere evocato, manipolato o falsificato. Scorre semplicemente liberamente, da un luogo di abbondanza. Non si esaurisce. Questo può essere contrario ai nostri schemi abituali di paura, avidità, tendenze egoistiche e protezione.san valentino

Così, l'amore ci invita a sperimentare l'unione, o “unità”. Yoga significa letteralmente aggiogando, o unendosi. Unendo corpo, cuore e mente. Unendoci al nostro mondo e alla nostra esperienza. Riconoscere che siamo interdipendenti. Che i confini tra sé e gli altri sono molto più sottili di quanto pensiamo.

Quindi, come arriviamo all'unità attraverso lo yoga?

La coscienza dell'autocontrollo in chi è libero dalla brama di oggetti visti o di cui si sente parlare è non attaccamento. (Sutra 1.15, tradotto da Sri Swami Satchidananda)

L' Yoga Sutra insegnaci come stabilizzare la mente attraverso gli otto rami dello yoga. Parte di questo è il non attaccamento. Il non attaccamento è essere liberi dal desiderio o dal voler possedere. Quando amiamo veramente, ci siamo liberati dall'attaccamento. La versione confusa dell'amore è ancora attaccata e totalmente subordinata a condizioni e pretese. Ma la versione saggezza dell'amore è incondizionata.

Pratichiamo il non attaccamento non solo ai beni materiali e alle altre persone, ma anche alla nostra esperienza e persino al nostro corpo umano. Praticando yoga, impariamo che le nostre pose sono diverse ogni volta che le eseguiamo. Vediamo come le nostre menti possono diventare ossessionate dal voler ottenere qualche risultato, o apparire in un certo modo, e dobbiamo lasciar perdere. Impariamo a relazionarci con l'impermanenza di tutte le cose, anche le nostre emozioni fugaci, e il nostro corpo umano temporaneo. Il non attaccamento non è la stessa cosa dell'apatia o dell'evitamento. Il non attaccamento in realtà ci consente di impegnarci più pienamente con la nostra esperienza perché siamo liberati da false azioni alimentate dal desiderio di manipolare la situazione verso un risultato desiderabile. Quando non siamo attaccati, possiamo effettivamente mostrarci e relazionarci con le cose come sono nel momento.

Anche l'amore è così. Quando non siamo attaccati, possiamo amare liberamente e mostrarci con un'altra persona nella potenza del momento presente. Oppure possiamo amare noi stessi, non per qualche risultato o realizzazione, ma solo perché siamo ciò che siamo, vivi e respiriamo.

21289923953_400910a28f_zQuesto amore, questa saggezza del cuore, possono stabilizzare la mente e guidarci verso samadhi.

Come ci ricorda Antoine de Sainte-Exupéry nelle parole di Il Piccolo Principe, “gli occhi sono ciechi; bisogna guardare con il cuore”.

Questo tipo di amore lo sentiamo spesso in modo naturale. Ma è bene anche coltivarlo. Con i nostri amici, i nostri figli, anche i nostri partner, possiamo contemplare dove siamo possessivi e attaccati, dove il nostro amore ha delle condizioni. Possiamo riconoscere l'assoluta vulnerabilità di amare un'altra persona che spesso si traduce in reazioni o condizioni basate sulla paura. Con gentilezza verso noi stessi, possiamo praticare lo yoga nelle nostre vite - attraverso l'onestà delle cose come sono e arrenderci alla vasta potenzialità che è tutt'intorno a noi. Oltre il asana ci esercitiamo sui nostri materassini, studiamo la filosofia che è il contesto di queste pose. Studiamo noi stessi – i nostri cuori e le nostre menti – e le nostre relazioni con gli altri. Ciò che coltiviamo è una profonda saggezza basata sul cuore che è tutto accomodante.

Ti piace quello che leggi qui? C'è così tanto ALTRO da esplorare e imparare Scherzando intorno allo yoga. Dai un'occhiata al nostro sito Web per i nostri corsi di formazione per insegnanti dal vivo e online, corsi di formazione RCYT di 95 ore approvati da Yoga Alliance, corsi online di specialità, musica originale, podcast, merchandising e altro! KAY offre anche un corso online tutto sulla filosofia yogica (Formazione Raja Yoga).

REGISTRAZIONE GRATUITA DEL LABORATORIO:

Portare la consapevolezza in classe

Guarda a tuo piacimento!

REGISTRAZIONE GRATUITA DEL LABORATORIO:

Rilassamento e meditazione per i bambini

Guarda a tuo piacimento!